Cari soci ed amici.

E’ terminato l’ultimo giorno del 2018, che ha visto la nascita il 19 Maggio della nostra associazione, tra molti dubbi, paure e perplessità.

Avevamo in mente di promuovere un concorso che fosse la chiave per far riflettere i ragazzi sulla inclusione e sul dialogo.
Siamo riusciti con il comune di Bari ad attivarlo, si può partecipare fino a fine Marzo se si è studenti del biennio delle scuole secondarie di secondo grado del comune di Bari.

Avevamo in mente di parlare, di persona, ai ragazzi per portare il messaggio di Antonella, Non Siete Soli. Non è vero che non c’è una chiave…. una chiave c’è sempre.
Abbiamo parlato a centinaia di ragazzi delle scuole medie e superiori a Bari, Modugno,Andria, Brindisi, Bitonto. E per l’anno prossimo abbiamo già decine di appuntamenti, anche fuori dalla regione Puglia.

Avevamo in mente di coinvolgere genitori ed insegnanti in questa riflessione, e abbiamo parlato a tanti genitori, anche delle scuole elementari.

Eravamo speranzosi che altre idee sarebbero arrivate…ed infatti …il libro di Anto “io sono come il mare” è stato pubblicato, e ci permette di raccogliere fondi e diffondere la sua voce. Non è un libro facile, non è un romanzo e non c’è lieto fine. Non c’è consolazione, non può esserci. Il libro ha bisogno di essere integrato, veicolato dalla lettura di un genitore o di un insegnante, che faccia comprendere come il suo senso profondo sia sottolineare la assurdità della scelta di Antonella.
Una ragazza che avrebbe dovuto applicare a se stessa il suo stesso messaggio, capire che non era sola e che come tutti aveva DIRITTO ad una speranza, ad un altra possibilità.

Tanti amici ci hanno aiutato a festeggiare il compleanno di Antonella con “Note Per Anto”, un bellissimo evento in cui Antonella è stata presente nella musica, nella danza, nel teatro, e che ci ha permesso anche di raccogliere fondi per i nostri progetti. Speriamo di replicare il prossimo anno!

E’ partito grazie ad una amica il progetto per un convegno sulla depressione in età evolutiva, che si terrà a Barletta alla fine di Febbraio, con importantissimi ospiti.

Stiamo ragionando con un preside di un Istituto barese ad un progetto a medio termine che punti alla formazione di genitori ed insegnanti sul loro ruolo di guide per gli adolescenti.

Partirà a breve una scuola di fotografia per ragazzi, che sfocerà in una mostra comune, condivisa anche con l’associazione Fotografi di Strada, dal titolo “Dialoghi”. E’ un modo per affermare che, al di là del mondo dei social, al di là dei like e della opinione degli altri, esiste un mondo reale, nel quale è possibile esprimere se stessi e comunicare in molti modi, uno dei quali appunto è la fotografia.

Siamo stati coinvolti in un bando di concorso che ci permetterebbe di realizzare nuove iniziative, e attendiamo con ansia il risultato.

Altre bellissime proposte ci hanno raggiunto, ma non mi sento di anticiparle per pura e semplice scaramanzia. 🙂

Insomma, direi che l’associazione sta andando al di là di ogni più rosea previsione.

E di questo dobbiamo dire un immenso GRAZIE a tutti coloro che ci stanno seguendo ed aiutando:
GRAZIE ai soci fondatori, che quando non si capiva ancora da che parte ci saremmo mossi si sono messi a disposizione
GRAZIE a chi a Luglio ci ha incontrati nella nostra prima uscita pubblica e si è unito a noi.
GRAZIE a coloro con i quali abbiamo pensato e realizzato il concorso.
GRAZIE ai soci che quasi quotidianamente ormai ci aiutano nei nostri giri per la provincia e non solo, e nella preparazione di tutto quel che serve per far funzionare l’associazione.
GRAZIE a chi non disponendo del tempo necessario ha voluto comunque sostenerci economicamente…per ora le nostre spese sono minime, ma il prossimo anno speriamo di poter usare i fondi che stiamo raccogliendo per promuovere nella regione il concorso “Antonella Diacono”, e per tutte le altre iniziative che verranno.
GRAZIE a chi ci segue da lontano e ci fa sapere di condividere quel che stiamo cercando di fare.
GRAZIE al CSV San Nicola che ci ha accolto a braccia aperte sostenendoci con un affetto che va decisamente al di là di quello imposto dai suoi ruoli istituzionali.
GRAZIE infine a chi si è fidato di noi, e pur non sapendo bene quel che saremmo andati a dire ci ha aperto le porte e permesso di parlare con genitori e ragazzi.

GRAZIE a tutti voi che in vari modi ci siete vicini.

Ci aspetta un anno impegnativo, nel quale dovremo consolidarci e aprirci a nuove esperienze e realizzazioni, sempre con l’obiettivo di far si che la storia di Antonella acquisti senso aiutando altri ragazzi come lei a vivere, e a vivere pienamente.

Buon 2019, ci sentiamo presto!

ANTO PANINABELLA ODV

Il presidente
Domenico Diacono


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.