Oggi incontro con le seconde classi dell’IC Savio-Montalcini di Capurso! Inusuale perché solitamente incontriamo le terze, ma c’è stata davvero grande partecipazione!

Una cosa però è emersa chiara dalla lettura dei tantissimi bigliettini lasciati da ragazzi e ragazze: tanti dicono le stesse cose, esprimono gli stessi sentimenti, e anche la certezza di essere i soli a provarli!
Cosa che a questo punto è piuttosto improbabile… non sarebbe il caso di parlarne? 😉
Ci scopriremmo molto più vicini di quanto sembra…

Grazie mille per l’invito e un grazie particolare alla prof. Maria Teresa Radogna e ai suoi ragazzi per il regalo che vedete sotto, che ha un significato che forse non si coglie immediatamente, per cui dopo le foto ci sarà la spiegazione. ❤

“Quella di deporre sulle tombe sassi e non fiori è un’usanza ebraica.

Per spiegare questa tradizione bisogna andare molto indietro nel tempo, anche se l’origine di questa consuetudine non è certa.

-Gli Ebrei, essendo nomadi, nei tempi antichi, seppellivano i loro morti nel deserto. Erano soliti porre dei sassi sulle tombe, perché, quando seppellivano i morti nel deserto, la sabbia non volasse via.

-Abramo, Lot, Isacco e Giacobbe erano pastori nomadi, sempre alla ricerca di luoghi verdeggianti dove uomini e animali potessero abbeverarsi e riposarsi. Per ritrovare i luoghi dove erano sepolti i loro cari erigevano dei tumuli di pietre. Usanza questa che si sono tramandati di generazione in generazione, anche quando gli ebrei abbandonarono il deserto e si stabilirono nelle città e quando si dispersero in tutto il mondo. Sulle tombe dei cimiteri gli ebrei depongono sempre pietre al posto dei fiori per ricordare i loro cari e anche le origini del loro popolo.

-La pietra, per la tradizione biblica ebraica e nel significato del termine, ha un valore simbolico: “eben” in ebraico significa pietra. Il vocabolo “eben” si può scomporre nelle parole av e ben che significano Padree Figlio. Dunque nella pietra c’è il senso della continuità delle generazioni, della trasmissione della tradizione, da padre in figlio, del perdurare della tradizione oltre la morte. La pietra è quindi il legame e la memoria, il ricordo che si trasforma in simbolo attraverso il passaggio ininterrotto “da Padre in Figlio”.

-La pietra ha un valore simbolico come primo elemento per la costruzione di una ideale “casa”. E’ come costruire una dimora per l’eternità.”

Categorie: Incontri

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *