Il 6 Febbraio 2020 si è tenuto il nostro secondo convegno annuale per insegnanti, sui temi del disagio esistenziale e dei disturbi psichici in adolescenza, e sul ruolo della scuola nell’affrontare questi casi.

Ha aperto i lavori il saluto della città di Bari portato dalla dott.ssa Paola Romano, assessora alle Politiche educative, giovanili e Città universitaria, che ci segue dalla nascita della associazione.

È tornato a trovarci il prof. Stefano Vicari, Ordinario di Neuropsichiatria Infantile Università Cattolica e Primario UOC Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Roma, che ha tenuto una apprezzatissima relazione sui disturbi psichiatrici in età evolutiva.

Noi abbiamo parlato brevemente dell’associazione e di quel che cerchiamo di realizzare insieme.

La prof.ssa Rosalinda Cassibba, Ordinario di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione all’Università degli Studi di Bari, e il dott. Pasquale Musso, docente di psicologia dello sviluppo, hanno presentato i risultati preliminari di “Insieme per Capirci”, una indagine conoscitiva sulla percezione del disagio in adolescenza secondo un ottica ecologica.

Dopo il Coffee Break, offerto dalla associazione “Dario Favia – lasciateci le ali”, che condivide con la nostra associazione l’interesse per queste tematiche e ci ha aiutato a pubblicizzare l’evento, si è svolta la tavola rotonda, moderata dalla prof.ssa Cassibba.

Hanno partecipato due studenti, Giulia Romagnolo e Francesco Cosimo Ardiulo, un professore di Liceo, Francesco Minervini, una professoressa di scuola media, Giovanna Botte, una dirigente di un istituto superiore, Rosaria Giannetto, ed un professore di sociologia, Giuseppe Moro.

Siamo stati davvero contenti della partecipazione e dell’atmosfera che si è respirata in queste ore insieme. Grazie a TUTTI, in specie a Linda che ha pensato le modalità di questo incontro e la ricerca.

Un abbraccio particolare alle nostre volontarie che si sono prodigate perché tutto filasse liscio, a Giacinto Magliocchi che ci accompagna sempre con la sua reflex, a Rossana Lambo che ha ripreso parte del convegno.

Ci vediamo l’anno prossimo!

« 2 di 2 »

1 commento

Carla Serravezza · 08/02/2020 alle 10:14

Ho partecipato al convegno con grande interesse personale, oltreché di docente di scuola secondaria di primo grado, e sono stata molto soddisfatta per la qualità degli interventi. Conoscevo le storie di Antonella, di Dario e quelle di molti altri ragazzi che hanno deciso di porre fine al loro dissidio interiore in modo tragico e concordo con quanti nei loro preziosi interventi hanno dichiarato l’esigenza, sempre più sentita, di un servizio psicologico costantemente e, aggiungerei, capillarmente presente nelle scuole di ogni ordine e grado a servizio di tutti gli utenti, ma anche di noi docenti, che tanto facciamo quotidianamente per osservare ed ascoltare i nostri ragazzi, aldilà di quanto si creda e si dica, ma gli strumenti di cui disponiamo non sono mai sufficienti.
Grazie per l’ottima organizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.